You are here

Per il 4° ciclo "Tavola ovale di storia moderna" - incontro con Anna Bellavitis

Seminario di presentazione e discussione del volume "Il lavoro delle donne nelle città dell'Europa moderna", Roma 2016, di Anna Bellavitis  (University of Rouen)

Location: 
Fondazione Bruno Kessler | Via S. Croce, 77—Trento
Programma: 

Sarà presente l'autrice

Coordinatori: Katia Occhi e Massimo Rospocher | FBK-ISIG

La “Tavola ovale di storia moderna” è un ciclo di incontri seminariali pensati per favorire un confronto e uno scambio scientifico tra chi si occupa di storia moderna, uno spazio libero e informale di aggiornamento storiografico sulle ricerche in corso.

Il seminario sarà l'occasione per riflettere su come come viveva una lavoratrice in una città dell’Europa moderna,  quali opportunità le si offrivano e quali barriere si opponevano alla sua carriera lavorativa e ancora quali attività poteva svolgere e a quali salari poteva aspirare. Con l'autrice si discuterà del recente volume "Il lavoro delle donne nelle città dell'Europa moderna", Roma 2016 che ricostruisce il ruolo di artigiane, commercianti, balie e prostitute, ma anche mercantesse, artiste, giornaliste e capitane d’industria, che ebbero un peso fondamentale nell’evoluzione economica della società europea, nonostante i molti limiti che leggi e tradizioni imposero alla loro libertà di azione e movimento. 

Sulla base di un’ampia bibliografia internazionale e di inedite ricerche d’archivio, Anna Bellavitis offre una ricca panoramica delle attività economiche delle donne nelle case e nelle botteghe, sulle strade e nei mercati, nei conventi e negli ospedali, inserendole nei grandi mutamenti che caratterizzarono l’età moderna, dalla globalizzazione all’industrializzazione, dalle riforme religiose alla rivoluzione dei consumi, nell’ambito di una vasta area geografica, che va dall’Italia alla Scandinavia, dalla Spagna alla Polonia.

Anna Bellavitis è professore ordinaria di storia moderna all’Università di Rouen e fa parte del Collegio dei docenti del Dottorato internazionale di storia di genere dell’Università Orientale di Napoli. Socia fondatrice della SIS, ha partecipato alla precedente redazione di Genesis (2009-2011) e curato, con Simonetta Piccone Stella, il n° VII/1-2, 2008, Flessibili/Precarie. Lavora sulla storia della famiglia, delle donne, e del lavoro, in ambito veneziano. Le sue principali pubblicazioni: Identité, mariage, mobilité sociale. Citoyennes et citoyens à Venise au XVIe siècle, Roma, 2001; Genre, famille, transmission à Venise au XVIe siècle, Roma, 2008 e la cura, con Isabelle Chabot, di Famiglie e poteri in Italia tra Medioevo ed Età moderna, Roma, 2009 e di La justice des familles, Roma, 2011; con Monica Martinat e Laurence Croq, di Mobilité et transmission dans les sociétés de l’Europe moderne, Rennes, 2009 e, con Nicole Edelman, di Genre, femmes, histoire en Europe, Parigi, 2011. Tra i suoi saggi recenti: Storia delle donne e storia di genere di età moderna nel contesto storiografico francese, “Genesis”, VIII, 1/2009; Women, Family and Property in Early Modern Venice, in Across the Religious Divide: Women, Property and Law in the Wider Mediterranean (ca. 1300-1800), a cura di Jutta Sperling, Shona Kelly Wray, New York-Londra, Routledge, 2010; Education, in A Cultural History of Childhood and Family in the Early Modern Age (1400-1650), a cura di Sandra Cavallo, Silvia Evangelisti, Oxford-New York, Berg, 2010.