You are here

Mediatizzazione e medialità della storia dall’età moderna a oggi

Nel triennio 2017-2019 la ricerca dell’Istituto Storico Italo-Germanico (ISIG) si focalizzerà sui concetti della “mediatizzazione” e della “medialità” della storia. Si tratta di analizzare con un approccio multidimensionale il cambiamento dei media nel contesto delle trasformazioni socio-politiche e culturali che hanno caratterizzato l’epoca moderna e contemporanea. Affrontare il tema della mediatizzazione attraverso un’ottica storiografica permette di coglierne due aspetti fondamentali. Da un lato, consente di ricostruire lo sviluppo storico dei media in tutte le sue dimensioni (economica, tecnica, culturale, politica e religiosa) analizzando i contenuti, le strategie di utilizzo e gli effetti che i media hanno prodotto in diversi contesti storici. Dall’altro, presuppone che ogni processo storico, così come la sua memoria, possa essere plasmato dalla medialità. Questo rapporto peculiare si può analizzare considerando le logiche autonome dei media e i loro modi di funzionamento. Anche oggetti classici della ricerca storiografica – eventi, conflitti, decisioni, modelli interpretativi, formazioni d’identità o culture della memoria – sono profondamente segnati dalle strategie e dalle tecniche di comunicazione specifiche di ogni dato periodo storico. Queste possono essere indagate nell’ambito della storia dei media, ma anche da una prospettiva più generale.
Da questi propositi scaturiscono diverse prospettive. Da un lato, si offre la possibilità di approfondire la ricerca sulla nascita, la circolazione e sulla ricezione dei media tradizionali dall’età moderna fino al presente, poiché questo campo di ricerca presenta ancora profonde lacune. Al contempo, la storia dei media può offrire impulsi importanti ad alcune discipline specifiche già affermate nella storiografia – per esempio, la storia urbana. La storia dei media può mostrare in questo caso come l’introduzione e la diffusione dei mezzi di comunicazione di massa abbia modificato radicalmente il vissuto quotidiano e l’orizzonte cognitivo degli abitanti delle città.

La storia della mediatizzazione, anche per epoche storiche diverse da quella contemporanea, riesce a mettere in luce come in generale le norme sociali, le decisioni e i temi politici al centro del discorso pubblico siano stati continuamente modificati dall’introduzione dei nuovi media e dalla graduale affermazione della multimedialità. Inoltre, si tratta di un campo di ricerca che offre molteplici opportunità per studiare fenomeni complessi adottando una prospettiva transnazionale, un’impostazione che nella storiografia di oggi svolge un ruolo molto importante.
Un merito fondamentale della ricerca sulla mediatizzazione risiede nel suo carattere da sempre interdisciplinare. Oltre agli storici, essa coinvolge studiosi e teorici dei media, ma anche giuristi, psicologi, economisti e sociologi.

Il concetto della ricerca si basa sulla convinzione, affermatasi già da tempo nella storiografia, che i media non siano una semplice rappresentazione o specchio di una realtà extramediale, ma che, in virtù delle loro strutture specifiche, essi riescano a produrre interpretazioni che possono orientare le azioni individuali e le decisioni collettive. Si tratta dunque di un profondo cambiamento di prospettiva: da una storia dei media verso uno studio della medialità della storia. In questa direzione l’Istituto Storico Italo-Germanico orienterà le sue attività di studio e ricerca nel prossimo triennio, sia attraverso lo sviluppo di un progetto di ricerca collettivo sia attraverso la promozione di ricerche individuali.
L’obiettivo è l’affermazione dell’Istituto Storico Italo-Germanico come un centro di studi e ricerche che possa essere di riferimento sul piano nazionale e internazionale per lo studio della mediatizzazione e della medialità della storia.

Date: 
Wednesday, February 1, 2017
Durata del progetto: 
3 anni
Research topics: