You are here

Research Project "Commercio e finanza tra Italia e Germania: istituzioni e protagonisti in area trentino tirolese (XVI-XIX secolo)"

Coordinamento scientifico: Andrea Leonardi

Ricercatori: Andrea Bonoldi, Cinzia Lorandini, Katia Occhi

A partire dal XIII secolo il territorio trentino-tirolese cominciò ad assumere una posizione rilevante nell’interscambio tra due delle aree economicamente più dinamiche d’Europa, quali da un lato, l’Italia centro-settentrionale, con il ruolo specifico di Venezia, e dall’altro la costellazione delle città mercantili della Germania meridionale (Augsburg, Norimberga, Ulm). Una posizione che fu determinata non solo dal fatto che attraverso la regione passassero alcuni tra i principali percorsi di comunicazione transalpini, ma anche dal graduale affermarsi sul territorio di istituzioni e professionalità funzionali al consolidamento del commercio sovraregionale.

Per quanto già oggetto di alcuni studi in passato, l’argomento è tutt’altro che esaurito. Il progetto mira pertanto ad approfondire le indagini proprio su quei settori che la ricerca condotta fino ad oggi ha valutato come meritevoli di nuova attenzione, lavorando ad un inquadramento storiograficamente aggiornato del complesso delle strutture del commercio transalpino.

I filoni di indagine inviduati si concentrano sullo studio dei mercanti-imprenditori attivi nel settore serico, una categoria impegnata tanto nel commercio internazionale, quanto nell’economia e nella società trentina di antico regime (Cinzia Lorandini). Questa ricerca si interseca con il lavoro di ricostruzione della rete di operatori e attività connesse al commercio transalpino che faceva capo a Venezia, e in cui l’aspetto mercantile si intrecciava a operazioni di natura finanziaria e imprenditoriale in senso più ampio (Katia Occhi). La terza parte del progetto mira a ricostruire i meccanismi istituzionali dell’attività di intermediazione, condotta prevalentemente sulle fonti di Bolzano e Innsbruck (Andrea Bonoldi).

Date: 
Tuesday, January 1, 2008 to Thursday, December 31, 2009
Partners: 

Fondazione Bruno Kessler-Isig, Università degli Studi di Trento, Dipartimento di Economia, Provincia Autonoma di Trento