Fascismo, Guerra, Resistenza attraverso i media (1945 - anni Sessanta)

La ricerca ha l’obiettivo di seguire la costruzione e le modificazioni nel corso del tempo delle memorie e delle interpretazioni della guerra civile (dopo l’armistizio del settembre 1943), del fascismo della Repubblica sociale italiana (Rsi), della Resistenza. Fonti principali saranno giornali, radio, cinema, cinegiornali e in seguito Tv. Il primo passo sarà la ricostruzione di come i media italiani e tedeschi in particolare – raccontarono al pubblico i processi ai fascisti che avevano aderito alla Rsi. Quali furono le descrizioni dei processi, delle Corti, degli imputati? Quali i giudizi politici e morali? Vi furono differenze importanti nel trattare e giudicare quelle vicende tra cronisti e cineoperatori di nazioni diverse? Quali furono le reazioni dei principali partiti politici, e in generale dell’opinione pubblica, alle immagini e alle cronache scritte, ascoltate alla radio, viste attraverso i cinegiornali?

Vi furono aspetti della guerra, del fascismo, della Resistenza messi in luce e altri ignorati, passati sotto silenzio, in una continua scomposizione e ricomposizione delle narrative nazionali. Anche le memorie, i giudizi e le interpretazioni di quegli anni rimasero (e rimangono) antagoniste e non condivise. Quanto, con quali contenuti hanno contribuito i media alla presa di distanza dal fascismo, alla divulgazione dei valori della Resistenza e alla accettazione, da parte della società ita-liana, della Repubblica democratica? Per la Germania si può parlare di un progetto di denazificazione della società (anche se parziale e con evidenti limiti) che passa anche attraverso la presa di coscienza del proprio passato e un giudizio sul regime nazista. Per l’Italia non sembra vi sia stato un analogo progetto, educativo e politico, di defascistizzazione, di analisi e di giudizio (politico e morale) sugli atti e sulle scelte operate dal regime fascista (per quanto riguarda, ad esempio, le guerre coloniali, la politica antisemita, l’alleanza della Rsi con la Germania di Hitler, i crimini di guerra e le stragi nazi-fasciste). Quale apporto hanno fornito i media alla ‘formazione’ di un’Italia democratica? Con quali valori e con quale uso della storia e della memoria?

Persone