I trattati di Roma del 1957: un evento mediale? Una comparazione tra Italia e Germania

Al centro dell’analisi ci sono i trattati di Roma del 25 marzo 1957, con cui furono istituite la Comunità economica europea e la Comunità europea dell’energia atomica. A sessant’anni dalla loro sottoscrizione, i trattati di Roma vengono considerati nella letteratura specialistica, così come nel dibattito pubblico nazionale e internazionale, come l’atto fondativo della Comunità europea, oggi Unione europea. La presente analisi intende analizzare questo tornante della storia europea nell’età contemporanea esplorando una nuova prospettiva di ricerca, focalizzata sul ruolo dei mass media in Italia e Germania.

Sulla base dello studio delle fonti dell’epoca (tv, radio, stampa), la ricerca si propone, in primo luogo, di ricostruire la rappresentazione mediatica dell’evento, al fine di capire se e in che modo I trattati di Roma possano essere considerati un «evento mediale» (media event), così come viene definito nella letteratura specialistica (Dayan&Katz).

In secondo luogo, la ricerca si propone di analizzare il discorso sull’Europa così come venne all’epoca recepito e veicolato dai media italiani e tedeschi, con l’obiettivo di identificare in chiave comparata le analogie e le differenze tra i due casi nazionali e l’esistenza di un’eventuale dimensione transnazionale nella comunicazione italiana e tedesca sull’Europa. In linea con la riflessione comune sul tema della mediatizzazione e le trasformazioni socio-politiche e culturali dall’età moderna ai giorni nostri, la ricerca si propone di dare un contributo all’analisi dei processi di europeizzazione in una prospettiva non più esclusivamente focalizzata sull’evoluzione istituzionale della cosiddetta «costruzione europea», bensì capace di tenere insieme filoni che la ricerca ha spesso considerato separatamente, come la storia delle idee, la storia culturale, la storia della comunicazione e la storia politica.

Persone