You are here

Grenzakten: carte e documenti sui confini dell’Impero

Ricercatori

Responsabile scientifico: dottoressa Katia Occhi

Collaboratore: dottoressa Rossella Ioppi

I progetti di ricerca “Atti Trentini” e “Frammenti dell’archivio del principato” degli ultimi anni hanno permesso di chiarire le complesse vicende seguite all’allontanamento di gran parte dei materiali dell'archivio vescovile di Trento dal luogo originario di produzione, come conseguenza della secolarizzazione dei principati ecclesiastici dell’impero del 1803.

Alla fine della prima guerra mondiale la documentazione che era stata inviata in Austria (Innsbruck e Vienna) fu riconsegnata all’Italia in base agli accordi del Trattato di Saint German che sancì l’annessione del Trentino al Regno d’Italia. Nell’ampia gamma di documenti consegnati all’Archivio di Stato di Trento figuravano anche degli "Atti dei confini", collocati in origine negli “Ältere Grenzakten” allo Statthaltereiarchiv di Innsbruck, da cui furono separati seguendo il principio di pertinenza territoriale e non quello di provenienza. Ciò avvenne verosimilmente in occasione della riconsegna dei materiali relativi al Trentino, tanto dei territori dell’ex principato ecclesiastico, quando delle giurisdizioni tirolesi dei cosiddetti “Confini italiani” confluiti nell’Ottocento nel Kronland del Tirolo.

Oggi i documenti sono ripartiti in 37 buste, suddivise in due gruppi. Il primo racchiude documentazione più antica compresa tra il XVI e il XIX secolo e il secondo contiene atti tra 1707-1912. Si tratta in genere di carteggi, memoriali, proclami, proteste, relazioni di funzionari del governo tirolese e austriaco e degli stati confinanti - soprattutto della Repubblica veneta - che riguardano i confini della Valsugana, di Tesino e Primiero, di Folgaria, della Vallarsa e Terragnolo, della Vallagarina, del Lago di Garda, della Val di Ledro e del Chiese, della Val di Sole, della Val Rendena e della Val di Fassa.

Il progetto censirà e descriverà inventarialmente questo complesso, sul quale a tutt’oggi non sono state effettuate operazioni di riordino e di inventariazione e i cui strumenti di corredo non sono aggiornati. Saranno effettuati uno studio sulla vicenda della riconsegna e sul lavoro di selezione dei funzionari in servizio presso gli archivi austriaci e italiani e esaminate in dettaglio le unità di conservazione al fine di precisare i tipi di documenti presenti tra gli “Atti dei confini” per individuarne i soggetti produttori. A completamento del lavoro sarà compilato un inventario che confluirà nella banca dati informatica del sistema "Archivi Storici del Trentino".

Date: 
Sunday, November 1, 2015 to Tuesday, October 31, 2017
Durata del progetto: 
24 mesi
Research topics: