Graffiti tra Medioevo ed età moderna: Una fonte storica al centro di due progetti di ricerca

FBK Aula Piccola

Fondazione Bruno Kessler - Polo delle Scienze Umane e sociali

FBK Aula Piccola

Fondazione Bruno Kessler - Polo delle Scienze Umane e sociali

L’intervento si concentrerà su obiettivi e metodologie dei due progetti radicati nel Dipartimento di Lettere, Arti e Scienze Sociali dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti: l’ERC AdG “Graff-IT”, Writing on the Margins. Graffiti in Italy, 7th to 16th Centuries e il progetto FARE “SCRENIM”, Il sogno della libertà. Scrivere in reclusione nell’Italia di età moderna (secoli XV-XIX), finanziato dal MUR. Focalizzati su epoche storiche differenti (sul Medioevo il primo, sull’età moderna il secondo), i due progetti hanno in comune l’interesse per i graffiti come fonte storica spesso trascurata, ma in realtà di grande valore per approfondire tematiche quali, tra le altre, la storia della scrittura, della cultura scritta e delle devozioni popolari. In riferimento all’età moderna, il gruppo di ricerca si sta concentrando su un particolare tipo di graffiti: i graffiti in strutture detentive, di cui l’Italia conserva un considerevole patrimonio di esempi risalenti al periodo tra il XVI e il XIX secolo.

Coordinamento scientifico:
Massimo Rospocher (FBK-ISIG)
Sandra Toffolo (FBK-ISIG)
Flavia Tudini (FBK-ISIG)

 

Ciclo di seminari: “Tavola ovale di storia moderna

Evento in lingua italiana

La presentazione avverrà in presenza in Aula Piccola FBK fino ad esaurimento posti e in modalità online.

E’ obbligatoria la registrazione entro il 21 febbraio 2024 alle ore 12.00.

 

 

***
Immagine: Andrea Franceschini_FBK, Fondo Jedin, s-ar 3-D-23

Relatori

  • Carlo Tedeschi
    Relatore ospite
    Carlo Tedeschi è professore ordinario di Paleografia latina presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara, PI del progetto ERC AdG “Graff-IT”, Writing on the Margins. Graffiti in Italy, 7th to 16th Centuries, (https://graffitproject.eu/), ed infine PI del progetto “SCRENIM”, Il sogno della libertà. Scrivere in reclusione nell’Italia di età moderna (secoli XV-XIX), nell’ambito del programma “FARE: Framework per l’attrazione ed il rafforzamento delle eccellenze per la Ricerca in Italia”, finanziato dal MUR. Allievo di Armando Petrucci, sin dalle prime esperienze di ricerca, ha dedicato largo spazio allo studio dei graffiti e delle iscrizioni, come parte integrante dei sistemi grafici di riferimento. Accanto alla repertoriazione, edizione e studio di graffiti ed epigrafi in contesti e in cronologie diverse, dalla Britannia all’Italia, dalla tarda Antichità al tardo Medioevo, affronta questioni metodologiche relative alle “scritture esposte” e lo studio di codici, frammenti e documenti.
  • Giuseppe Mrozek Eliszezynski
    Relatore ospite
    Giuseppe Mrozek è RTDb in Storia moderna presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara. I suoi interessi di ricerca vertono sulla storia politica e culturale europea dei secoli XVI e XVII, con particolare attenzione al contesto della monarchia spagnola, della corte di Madrid e dei suoi rapporti con i territori italiani, in primis il regno di Napoli. E’ membro del gruppo di ricerca del progetto “SCRENIM”, Il sogno della libertà. Scrivere in reclusione nell’Italia di età moderna (secoli XV-XIX), un progetto “FARE Ricerca in Italia: Framework per l’attrazione ed il rafforzamento delle eccellenze per la Ricerca in Italia” - III edizione, finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca.
  • Marco Albertoni
    Relatore ospite
    Marco Albertoni, dottore di ricerca in “Storia dell’Europa” alla Sapienza di Roma, è attualmente assegnista di ricerca presso l’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara, dopo aver ricoperto lo stesso ruolo presso l’Università di Bologna ed essere stato borsista post-doc di vari istituti di ricerca. Si è occupato di storia politico-religiosa, della diplomazia, della memoria e della giustizia in vari contesti italiani ed europei d’età moderna.

Registrazione

La registrazione a questo evento è richiesta.

Registration closed on 21/02/2024.

Contatti

Organizzatori

Avviso sulla privacy

Ai sensi e ai fini del Regolamento UE n. 2016/679 - Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) e come descritto nell'Informativa sulla privacy per i partecipanti all'evento di FBK, si informa che l'evento potrebbe essere registrato e divulgato sui canali istituzionali della Fondazione. Per non essere ripresi o registrati, si potrà sempre disattivare la webcam e/o silenziare il microfono durante eventi virtuali oppure informare anticipatamente lo staff FBK che organizza l'evento pubblico.
Avviso sui cookie di WordPress da parte di Real Cookie Banner